cs go skins website



Most Popular

cheap nba 2k16 vc of the solely instances ever where
Greetings might be well mannered phrases, can be spoken with kiss and expressions, might be introduced in a shocking way ... ...






La riscossa delle cinquantenni e le loro sfide tv

Rated: , 0 Comments
Total hits: 54
Posted on: 11/04/16
In un continuo marasma dove i giovani scalpitano per apparire in televisione, pur non avendo alcuna dote, rimane una sola consolazione: le brave presentatrici, coloro che sanno reggere un programma dall'inizio alla fine e che sono una sicurezza per pubblico e broadcaster. Programmi nuovi o consolidati, per famiglie o per giovani, di sperimentazione o innovatori, sono questi gli show affidati alle conduttrici dall'ascolto facile; vada per l'agente potente, per l'attaccamento all'azienda, ma soprattutto per i buoni ascolti che fanno per il piccolo schermo, queste donne lavorano ininterrottamente da anni e con programmi cuciti per loro. Tanti la criticano per essere moglie di Lucio Presta, molti l'ammirano per il coraggio di buttarsi in nuove sfide, Paola Perego non è certo una conduttrice che si tira indietro quando c'è da lavorare su un progetto impegnativo. Apparentemente sicura di sé, ma con una sensibilità da ragazzina, sul lavoro è una stacanovista e, tra la conduzione di un reality e di un talk, tra qualche successo e degli inciampi, è riuscita a guadagnarsi un meritato posto nell'Olimpo della televisione. È attualmente in onda con Parliamone Sabato su Rai Uno, contro la corazzata di Canale5 capitanata da Silvia Toffanin; anche in questa situazione sono piovute critiche, perché il bersaglio è di facile tiro: è noto che Verissimo doppi Rai Uno, ma è importante sottolineare l'aumento d'ascolti e share che la prima rete di Stato sta avendo in quella fascia, se confrontato con lo scorso anno. È difficile battere il sabato pomeriggio di Canale5, l'accoppiata Perego-Presta ancor di più. Dalla Parego alla D'urso, il passo è molto lungo, visto che tra le due esiste una certa maretta da anni.Lady Cologno, come è soprannominata dai media Barbara D'urso, ormai vive segregata agli studi Mediaset 12h su 24h, sette giorni su sette; gli ascolti e l'affetto del pubblico ricambiano cotanta fatica. Personaggio che unisce e divide, Barbarella ha fatto breccia nel cuore del pubblico a casa e i risultati di Domenica Live e Pomeriggio5 sono lì a dimostrarlo. I due programmi schiacciano la concorrenza in maniera devastante, per la felicità dell'azienda e degli investitori pubblicitari. Sempre in casa Mediaset, Federica Panicucci ha visto, dopo anni di mediocri risultati, lievitare gli ascolti del suo Mattino5, programma alla quale è legatissima; questo è sintomo del fatto che si è scrollata definitivamente di dosso l'impronta del Festivalbar e di Bulldozer, diventando una vera signora del piccolo schermo, pronta e preparata per condurre programmi per i giovani, come per famiglie. Negli ultimi anni, la Panicucci ha venduto bene sorriso e professionalità, tanto da abituare il pubblico di Canale5 alla sua smagliante e perfetta presenza, impresa non facile per una conduttrice di quasi cinquant'anni che ne dimostra fisicamente e caratterialmente trenta. Infine c'è lei: the queen of Mediaset, Maria la sanguinaria, la regina degli ascolti, Lady Costanzo, colei che può tutto. Insomma, Maria De Filippi, la donna che qualsiasi programma tocchi o crei diventa oro. Uomini e Donne, C'è posta per te, Tu si que vales, Amici, L'intervista, Selfie, Maurizio Costanzo Show, Tentation Island, Coca Cola Summer Festival, sono solo nove degli show che Maria, milanese trapianta a Roma per amore e lavoro, presenta o produce per Mediaset. I suoi show sono un'autentica macchina da guerra che fa felice grandi e piccini, l'azienda e Publitalia, e intorno al quale circolano contratti discografici, sponsor, partnership, sogni per ragazzi, carriere in salita, raccomandazioni e talenti puri. Nel toto nomi delle conduttrici più amate, non si può non citare Antonella Clerici, Barbara Palombelli o Emanuela Folliero che ogni giorno, con i loro programmi, tengono incollati milioni di persone alla tv. In un momento storico, economico e sociale come quello che sta attraversando l'Italia, queste donne sono un'efficace strumento di distrazione, svago e divertimento; probabilmente, in altri paesi i programmi sono culturalmente più impegnati, ma quanto sono più tristi' Tanto.




>>

Comments
There are still no comments posted ...
Rate and post your comment
 

Login


Username:
Password:

forgotten password?